• Dott. Stefano Giulioni

Vertigine Posizionale Parossistica Benigna

Si tratta di una delle patologie più comuni riguardanti l'organo dell'equilibrio. L'insorgenza è maggiore nelle donne tra i 25 ed i 60 anni. Pur essendo presente in quasi tutte le fasce d'età.



La causa è il distacco di piccoli cristalli di carbonato di calcio che sono presenti in una zona dell'apparato vestibolare e si spostano nei canali semicircolari. Le cause sono molteplici e molto discusse tranne in pochi casi.


Normalmente la vertigine è molto intensa dopo movimenti del capo (alzarsi o stendersi sul letto o girare di colpo la testa, etc...) ma dura per pochi minuti dopo che il medesimo si è fermato. Quasi sempre sono associate nausea e vomito per intensa stimolazione vagale. Molto frequente è il mantenimento di una certa instabilità nei giorni seguenti.


La diagnosi viene fatta in bedside examination da uno specialista Otorinolaringoiatra che valuta sia l'orecchio che il canale interessato oltre, chiaramente, a differenziarla da altre forme vertiginose. Una volta trovato il canale si effettua una manovra liberatoria o di riposizionamento. Un controllo successivo è auspicabile per la frequente possibilità di recidive nel breve periodo per il rientro dei cristalli nei canali prima che sia siano sciolti. Anche le recidive a distanza sono frequenti e una frequenza elevata imporrebbe alcuni controlli per la possibilità che la VPPB sia solo un sintomo di altre patologie.


La terapia farmacologica è solamente di supporto per la sintomatologia accessoria.



Dr Stefano Giulioni

Specialista in Otorinolaringoiatria



861 visualizzazioni0 commenti